Amsterdam, nella top 3 delle capitali europee!

by - 17:27

Quando si pensa alle più belle capitali europee i primi nomi che vengono in mente sono, la maggior parte delle volte, Londra e Parigi. Merita secondo me di completare la top 3 la capitale olandese, Amsterdam. E' una città fortemente internazionale, grazie al suo passato di capitale mondiale del commercio marittimo. L'immaginario legato ad Amsterdam di città della tolleranza e con un approccio leggero nei confronti della moralità è corretto. C'è il quartiere a luci rosse, dove si può liberamente esercitare il mestiere più antico del mondo e i Coffeeshop dove si possono acquistare e consumare droghe leggere, ma senza questo la città non sarebbe più Amsterdam. Il non porre dei limiti fa si che le persone non siano invogliate a superarli e difatti il consumo di droga in Olanda è inferiore che in molti altri paesi. Amsterdam è tra le città del 17° secolo meglio conservate, è la città delle biciclette, dei fiori, delle case storte e dei canali, visitabile tranquillamente a piedi, assolutamente vivibile, vivace e tranquilla al tempo stesso. Nonostante sia spesso definita come la "Venezia del Nord" non ha niente a che vedere con la città italiana; sono imparagonabili, ognuna ha le sue caratteristiche e particolarità che le rendono uniche entrambe a loro modo.

Periodo: Amsterdam è una città dell'Europa settentrionale, con un clima non molto diverso da quello londinese, molto variabile e generalmente ventoso. Noi siamo andati a inizio giugno pensando di trovare un clima quantomeno primaverile ma ci sbagliavamo. Nei rari momenti di sole si stava bene ma generalmente il clima è stato freddo, al punto da entrare in qualche locale a bere un caffè caldo. Per godersi al meglio la città consiglio quindi di visitarla nei mesi estivi, durante i quali inoltre il verde degli alberi rende i canali ancora più romantici e ci si può rilassare nei parchi della città.

Viaggio: prima di precipitarvi sul sito della compagnia Ryanair vi consiglio di confrontare i prezzi anche di Alitalia e KLM, ad esempio sul sito expedia.it. Noi abbiamo infatti trovato un'offerta più vantaggiosa con le compagnie di bandiera. Inoltre Ryanair non atterra ad Amsterdam ma a Eindhoven, a più di un'ora di distanza dalla capitale. Con Alitalia si atterra invece a Schiphold, l'immenso aeroporto di Amsterdam, uno dei più trafficati d'Europa. Da qui parte, proprio sotto la stazione, un treno che con appena 5 € e in 20 minuti vi porterà alla Amsterdam Centraal, la bellissima stazione della città. La stazione è stata recentemente ristrutturata in quanto, essendo il primo luogo che vede un turista arrivando in città, è importante che abbia subito un'ottima impressione.

Alloggio: per vivere al meglio una città non vi consiglio di alloggiare in una grande catena alberghiera, che ha la stessa struttura e servizi in qualunque città vi troviate. Cercate piuttosto un alloggio più caratteristico, magari un piccolo Bed&Breakfast all'interno di una tipica casa di Amsterdam come quello in cui siamo stati noi, il B&B by Servio trovato sull'ormai più che fidato booking.com.

Questa la nostra camera, all'ultimo piano della casa, con splendida vista sui tetti della città:



1° giorno:
Arrivando ad Amsterdam, sia in aereo sia in treno, la stazione centrale rappresenta il primo impatto con la città. Per questo motivo è stata completamente ristrutturata ed è oggi un imponente e bellissimo edificio. 


Dopo aver lasciato i bagagli nel B&B partiamo alla scoperta della città. Ci imbattiamo subito nei tipici canali alberati fiancheggiati dalle strette e alte case di Amsterdam. La città è a misura d'uomo quindi vi consiglio di evitare di usare i mezzi pubblici ma di godervi le passeggiate tra i canali oppure muovervi in bicicletta.


Poiché la città è costruita come una sorta di enorme palafitta noterete che la maggior parte delle case sono storte e inclinate.


Imperdibile è la visita al mercato galleggiante dei fiori, dove si trovano innumerevoli specie diverse di fiori e bulbi di tulipani di ogni genere. Si possono comprare e portare in Italia in aereo senza nessun problema.


All'interno di quelle che sembrano serre (sulla destra) si trova il mercato galleggiante dei fiori, unico in Europa nel suo genere.
Come si può vedere le biciclette ad Amsterdam sono ovunque e gli abitanti si spostano quasi esclusivamente su due ruote grazie ad una rete capillare di piste ciclabili che attraversa la città.



Passeggiando tra le vie del centro troviamo l'American Bookshop, considerata una delle più belle librerie d'Europa. Potete trovare maggiori informazioni sulle librerie di Amsterdam sul blog: EvasioneLibri


Uno dei cibi più consumati e prodotti in Olanda è il formaggio e ci sono dei bei negozi dedicati al formaggio dove potrete degustarne diverse qualità.


Una bellissima piazza, la mia preferita, è la Rembrandt Plein. Circondata da locali e ristorantini è un punto di ritrovo di giovani e adulti che si rilassano e chiacchierano sulle panchine e nel verde prato centrale.



Nella piazza si trova uno dei numerosi Coffeeshop di Amsterdam, locali che a dispetto del nome non vendono caffè bensì marijuana. Se siete maggiorenni potete tranquillamente entrarvi e ordinare la qualità che preferite da un menù dettagliato, l'unico limite è non superare la quantità di 5 grammi. 


A due passi dalla Rembrandt Plein si trova questo bellissimo incrocio di canali. Un clima di spensieratezza e tranquillità caratterizza questo romantico angolo di Amsterdam


Battelli come questo portano i turisti a fare una crociera sui canali, regalando un punto di vista diverso sulla città.


Ad Amsterdam ci sono circa 100 canali e oltre 1.000 ponti!


Il canale più grande è l'Amstel, quello che ha dato il nome alla città.



Le case galleggianti di Amsterdam, "ormeggiate" ai lati dei canali sono un tratto distintivo della città.



2° giorno:
Il secondo giorni ci siamo svegliati con la pioggia ma non è stato un problema. I bellissimi musei della città ci hanno fatto dimenticare del brutto tempo. Sulla Museum Plein si affacciano i due principali musei di Amsterdam: il Rijksmuseum e il Van Gogh Museum. Potete considerare di acquistare la I Amsterdam city card che consente di entrare gratuitamente nei principali musei della città, oltre ad offrire libero accesso su tutti i mezzi pubblici e altri omaggi e sconti speciali. Per come abbiamo organizzato il nostro viaggio noi non abbiamo valutato conveniente acquistarla.


Davanti al Rijksmuseum si trova la famosa scritta "I amsterdam" diventato lo slogan e il simbolo che rappresenta la città nel mondo.


Il Van Gogh Museum (www.vangoghmuseum.nl) rappresenta la più vasta e completa collezione dei capolavori dell'artista. Grazie all'audio-guida potrete comprendere l'evoluzione e il significato dello stile di Van Gogh.


Il Rijksmuseum (www.rijksmuseum.it) è invece il museo statale di Amsterdam. Completamente restaurato e riaperto al pubblico nel 2013, ha vinto quest'anno il premio come miglior museo d'Europa. All'interno è conservata l'arte del periodo d'oro olandese, il XVII secolo, con i capolavori di Rembrandt e Vermeer ma vale la pena visitarlo anche solo per la sua architettura.


La bellissima biblioteca del Rijskmuseum.


L'ingresso del museo sormontato da una moderna e luminosa copertura:



3° giorno:
E' il giorno della Casa di Anna Frank, l'attrazione più visitata della città (www.annefrank.it). Nonostante fossimo arrivati presto al mattino la coda fuori dall'ingresso era già lunghissima e abbiamo aspettato circa due ore prima di entrarvi. Vi consiglio dunque di controllare su internet se per il giorno che volete visitarla c'è ancora disponibilità di biglietti online in modo da poter saltare la coda.
L'attesa è stata poi ripagata dalla visita, molto emozionante, del luogo in cui la famiglia Frank è rimasta nascosta per quasi due anni prima di essere scoperta e deportata. All'interno è anche conservato il manoscritto originale del diario, fonte di ispirazione per milioni di persone. 


Per alleggerire la giornata visitiamo poi l'adiacente e caratteristico quartiere Jordaan, esempio della vita urbana olandese, a pochi passi dall'affollato centro. Il quartiere è attraversato dalla porzione più bella della cintura dei canali che circonda il centro. Quest'opera ingegneristica è stata inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.




Per chi non mi conoscesse questo sono io, fotografato dalla mia fidanzata e insostituibile compagna di viaggio.



La piazza Dam è il centro di Amsterdam su cui si affacciano il palazzo reale e la Nieuwe Kerk. E' collegata alla stazione centrale dal Damrak, la principale arteria della città e una delle vie più turistiche.


Nella piazza si trova il monumento ai caduti della Seconda Guerra Mondiale.


Vi consiglio di non seguire un vero e proprio ordine nel visitare il centro, perdetevi nelle belle viuzze della città. Qui abbiamo raggiunto il Nieuwmarkt, piazza dove si trova un mercato e questa piccola fortezza, una delle poche testimonianze dell'epoca medievale della città.


La tolleranza olandese è evidente anche in ambito religioso come dimostra la presenza di questo tempio buddista nel centro della città.


Anche nel centro si trovano bellissimi canali fiancheggiati da stradine pedonali, bei negozi e ristoranti.


La basilica di San Nicola


La Oude Kerk, la "chiesa vecchia" di Amsterdam.


Gli olandesi adorano bersi una birra nei tavolini all'aperto affacciati sui canali, alla fine della giornata.


La biblioteca pubblica di Amsterdam è tra le più grandi d'Europa.


L'ingresso è libero e potete salire al settimo piano dell'edificio per godere di una splendida vista sulla città.


Nemo, il museo della scienza di Amsterdam.


La Basilica di San Nicola vista da un'altra angolazione.


Riflessi...


Il quartiere a luci rosse di Amsterdam. Un quartiere caratteristico, unico, sicuramente da vedere.


Come vi dicevo le case ad Amsterdam sono molto spesso storte, come queste sul Damrak.




All'imbrunire i canali cominciano ad assumere un'altra atmosfera, forse ancor più romantica.



La Museum Plein in versione notturna.


4° giorno:
Purtroppo l'ultimo giorno il tempo non è dei migliori quindi il nostro programma di noleggiare una bicicletta e girare per la città su due ruote è saltato. Ci dirigiamo comunque verso il Vondelpark, il principale parco della città dove gli olandesi amano rilassarsi e passare pomeriggi in compagnia. Lungo la strada attraversiamo questo canale su cui si affacciano splendide ville.


Passiamo sotto il Rijskmuseum percorrendo questo passaggio ciclo-pedonale...


...e raggiungiamo il Vondelpark, bellissimo parco di Amsterdam. Purtroppo il tempo non ci ha permesso di vivere la vera essenza del parco, con prati ricoperti di gente che socializza, ma è stato comunque bello passeggiare in questa oasi verde.


Un volatile scruta l'acqua del laghetto all'interno del parco.


Nel parco si trovano romantici ponticelli, circondati dal verde.


Una simpatica scultura aiuta questo albero a non cadere.


Il Vondelpark è davvero molto grande e il modo migliore per vederlo tutto, tempo permettendo, è in bicicletta.



Come vi dicevo le automobili ad Amsterdam quasi non esistono e gli abitanti usano la bicicletta per qualunque cosa, anche per accompagnare i bambini a scuola grazie a questo carrellino.


Il nostro B&B si trova nel quartiere De Pijp, un altro caratteristico e tranquillo quartiere della città. Qui si trovano numerosi locali e ristoranti per mangiare piatti tipici olandesi e bere buona birra (maggiori informazioni qui: cosa e dove mangiare ad Amsterdam? ecco 6 posti da non perdere!), oltre all'Albert Cuyp Market, il mercato delle pulci più grande d'Europa dove si può trovare veramente di tutto.


Come sempre quando si è in vacanza il tempo vola ed è già ora di tornare a casa, salutando una delle città più belle d'Europa e del mondo.


Il viaggio di ritorno ci regala un meraviglioso tramonto ad alta quota.


Chi di voi ha già avuto il piacere di visitare questa città? Ve ne siete innamorati come noi? Se vi è venuta voglia di partire come sempre non esitate a chiedermi maggiori informazioni. lla prossima!

You May Also Like

4 commenti

  1. bellissimo post...complimenti!!! parto questo week end per Amsterdam ed è stato un piacere leggerti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille! Spero ti sia stato utile e abbia fomentato la tua voglia di partire! Enjoy the city ;-)

      Elimina
  2. Complimento per questo bellissimo post!

    RispondiElimina