Costa degli Dei, la Calabria che continua a stupire!

by - 11:38

Buongiorno a tutti! Le vacanze estive mi hanno tenuto lontano dal blog forse per troppo tempo.
Chi di voi segue la pagina Facebook del blog saprà che anche quest'anno non ho resistito al richiamo del meridione e ho ripercorso i 1.161 km che mi separano da Sciconi, in Calabria.
Vi avevo parlato nell'ultimo post di quante meraviglie nasconde questa regione italiana facendo riferimento a "spiagge caraibiche, natura incontaminata, borghi dove il tempo sembra essersi fermato e un'offerta culinaria eccellente". Su queste certezze la Costa degli Dei non si smentisce mai, anzi, dopo 5 anni che la visito sono ancora molte le sorprese che ha in serbo.

Una di queste sorprese l'abbiamo avuta a Parghelia, un piccolo paesino confinante con Tropea dove, casualmente, abbiamo trovato questa piccola spiaggetta chiamata "Spiaggia di Michelino". La sua posizione nascosta e poco segnalata fa si che ci sia sempre pochissima gente.
Sempre a Parghelia se volete assaporare una granita buona quasi come quelle siciliane, fate una sosta al Bar Gelateria Rinaldo, in centro al paese.



Ogni anno non si può non fare una passeggiata e un bagno a Tropea. Non smette mai di stupire!



Oltre alla Pitta Filata di cui vi avevo parlato l'ultima volta, un altro piatto tipico calabrese sono le Fileja, una pasta fatta in casa che viene poi condita, secondo la tradizione, con sugo di pomodoro e ceci, una vera bontà!




Ed ecco il risultato finale, ovviamente il peperoncino non manca mai!


La bontà di questi piatti è resa ancora maggiore dagli ingredienti a km zero utilizzati. Le vaste campagne calabresi consentono alla maggior parte dei residenti di avere un proprio orto, dove coltivare ogni tipo di frutta e verdura che hanno tutto un altro sapore rispetto a quello che si compra al supermercato.


Qui in lontananza si vede anche il mare.


Un appuntamento estivo immancabile sono le sagre che continuamente si susseguono nei vari paesini della zona. Qui siamo a Sciconi, Briatico, dove per la festa di San Michele si organizzano diverse sagre con degustazione dei piatti tipici locali.


Ovviamente la musica non manca mai e in Calabria musica vuol dire una cosa sola: tarantella!
Qui suonano i Zona Briganti, un gruppo molto conosciuto della zona che ha allietato la serata con canti e balli dal sound tradizionale.


La festa in realtà comincia già durante il giorno, con la banda che attraversa tutte le vie del paese...


...e i tradizionali giganti che la accompagnano.


I tramonti sono sempre spettacolari, come questo visto dalla spiaggia di Briatico, a Gocce di Mare.


La novità di quest'anno è stata la gita alle Isole Eolie che benché siciliane sono visibili (Stromboli) e raggiungibili anche dalla Calabria. Sono infatti diverse le compagnie di navigazione che organizzano queste visite con partenze da Vibo Marina, Tropea e Capo Vaticano con la possibilità di scegliere diversi itinerari. E' una gita che consiglio a tutti (purché non soffriate troppo il mal di mare) e di cui ho potete trovare tutte le informazioni in questo post.
L'unica anticipazione che vi do è questa vista insolita di Tropea, che si può godere dalla barca proprio al tramonto, quando i colori danno il meglio di sé.



Chi di voi è stato in Calabria quest'estate? Anche voi ci lasciate sempre un pezzetto di cuore ogni volta che la salutate?
Aspetto consigli anche da parte vostra su altri imperdibili luoghi calabresi che spero di visitare la prossima volta ;-)

Un ultimo pensiero ai calabresi della costa ionica, che con la forza d'animo che li contraddistingue riescano a rialzarsi dopo il disastro naturale che li ha duramente colpiti.

You May Also Like

2 commenti