Sorprendente Budapest, la Parigi dell'Est.

14:56:00

Buongiorno a tutti! Per festeggiare il mio compleanno e inaugurare il 2016 nel migliore dei modi la mia ragazza ha avuto la fantastica idea di visitare una famosa capitale europea: Budapest! L'anno nuovo non poteva iniziare meglio dato che siamo rimasti incredibilmente sorpresi dalla bellezza di questa città, considerata da molti la "Parigi dell'Est".
Leggendo questo post capirete perché vi sto assolutamente consigliando di inserire Budapest tra le vostre prossime mete.
Innanzitutto i voli Ryanair per raggiungerla hanno quasi sempre dei prezzi molto bassi. Noterete più avanti come in generale sia una città estremamente economica.
Vi ricordo che in Ungheria non c'è l'Euro bensì il Fiorino Ungherese, con un cambio di circa 300 fiorini per un euro.
Raggiungere la città dall'aeroporto è facilissimo e anche in questo caso per niente caro. Vi basterà comprare un Ticket Transfer (circa 2€) in aeroporto e una volta usciti vi troverete davanti alla fermata del bus 200E che vi porterà al capolinea della metropolitana 3. Con questa arriverete nel giro di un quarto d'ora in centro.
Noi abbiamo alloggiato per 3 notti in un appartamento prenotato con il solito e fidato booking.com ad una cifra davvero conveniente. Non farete fatica neanche voi a trovare un'ottima offerta! L'alloggio si trovava a Pest, sulla riva orientale del Danubio, che la separa da Buda, la zona più storica e antica della città.

1° giorno

In questo periodo dell'anno il sole tramonta molto presto a Budapest, intorno alle 4 del pomeriggio. Per questo la nostra prima passeggiata in centro è al buio, aspetto che secondo me dona maggior fascino alle città. In particolare a Budapest, sempre perfettamente illuminata.
Percorriamo váci utca, la via pedonale principale di Pest, dove si trovano numerosi negozi e ristoranti. Proseguendo arriviamo alla bellissima e imponente Basilica di Santo Stefano.


L'ingresso è libero e entrando scopriamo che c'è una messa in corso. L'interno è riccamente decorato con al centro del soffitto un'enorme cupola.



Proseguiamo la nostra prima passeggiata nel centro senza seguire un percorso prestabilito. Ci ritroviamo così nel quartiere ebraico, dove si trova questa bellissima sinagoga, la seconda più grande del mondo dopo quella di New York. 



Dopo aver cenato (qualche suggerimento su cosa e dove mangiare a Budapest in questo post) decidiamo di passare la serata allo Szimpla Kert, il più famoso ruin pub della città. I ruin pub (pub in rovina) sono tipici di Budapest e sono concentrati nel quartiere ebraico. E' un'esperienza che non potete perdere, sono certo che non siete mai stati in un posto simile, se non qui ovviamente :-)
Non a caso Lonely Planet ha inserito lo Szimpla al 3° posto dei bar più belli del mondo. Benchè la prima impressione vi lascerà un po' destabilizzati sarete sorpresi dall'unicità di questo posto, in cui nulla è lasciato al caso. L'ingresso è libero e i prezzi delle birre e dei cocktail all'interno è davvero basso. 


Ci sono numeroso stanze in cui perdersi distribuite su due piani e uno spazio esterno.



C'è anche un piccolo palco dove, se non ci sono live band in programma, si trovano strumenti a disposizione di chiunque li sappia suonare.


2° giorno:

Sapendo che il tempo non sarebbe stato dei migliori avevamo deciso di dedicare questa giornata alla visita interna del palazzo del parlamento. Il centro non è grande e quindi ci spostiamo a piedi, se possibile il modo migliore per scoprire la città.
Lungo la strada attraversiamo piazza della Libertà, dove si trova un obelisco, unico monumento sovietico rimasto.


Eccoci arrivati al palazzo del parlamento, con la cupola che si perde nella nebbia. Arrivando dalla piazza (non dal fiume) l'ingresso è alla destra del palazzo e si raggiunge scendendo delle scale. Anche in questo caso i prezzi sono molto bassi e c'è anche la visita in italiano. Vi consiglio di acquistare i biglietti on-line in quanto prendendoli al momento rischiate di non trovare posto.



L'interno vi sorprenderà almeno tanto quanto l'esterno. E' una visita che vi consiglio assolutamente di fare e dura circa un'ora.
Una bellissima scala dorata...



...e un lungo corridoio vi condurranno verso la sala centrale del palazzo.



Percorrendo il corridoio guardando alla vostra sinistra vedrete, attraverso decorate vetrate, il cortile interno del palazzo.



Si arriva quindi alla meravigliosa sala centrale, riccamente decorata con oro.



Di fronte a questa sala si trova un'altra bellissima stanza con i gioielli della corona dove non è possibile scattare fotografie.
La guida ci porta infine a vedere una delle due camere dei parlamentari (l'altra, uguale a questa, è luogo di lavoro). Anche qui non mancano ricche decorazioni.


E' ora di riuscire dal palazzo per ammirarlo anche dall'esterno in tutti i suoi dettagli.


A pochi metri dal palazzo, sulla riva del fiume si trova la toccante installazione "Scarpe sul Danubio" in memoria delle vittime della Shoah che proprio qui vennero fucilate.




Proseguiamo sul lungo fiume fino ad arrivare in prossimità del ponte delle Catene, il più famoso della città.



Ritorniamo verso il centro per rivedere, alla luce del sole la basilica di Santo Stefano. Lungo la strada incontriamo questa curiosa statua, una delle tante statue in bronzo che si trovano sparse per la città.



Ecco la maestosa cupola di Santo Stefano che si staglia in fondo alla via.


Per il pranzo raggiungiamo il mercato centrale di Budapest, il quale merita una visita anche se avete già mangiato


L'interno è enorme e suddiviso su due piani. Al piano superiore si trovano varie bancarelle di gustoso street food e souvenir della città.



Il pomeriggio prendiamo la metropolitana per raggiungere il parco municipale e le terme Széchenyi.
Questa la caratteristica fermata della metro.


Andando alle terme ho preferito non portare la macchina fotografica e quindi le fotografie seguenti sono state scattate con il telefono cellulare.
All'interno del parco municipale si trova il castello di Vajdahunyad, un bizzarro complesso architettonico costruito a fine '800 per l'esposizione universale del millenio.




Il vero motivo per cui abbiamo raggiunto questo parco sono i bagni Széchenyi, il complesso termale più grande d'Europa. Non tutti sanno che Budapest è una delle città più famose al mondo per le sue acque termali, ce ne sono più di 100!
I bagni Szécheny si trovano all'interno del palazzo giallo ocra che si vede sullo sfondo.


Vi consiglio di prendere l'ingresso con cabina in modo da avere un vostro spazio per cambiarvi con calma e potete anche usarla in coppia.
All'interno del complesso termale si trovano una dozzina di vasche, di temperature diverse, oltre a sauna e bagno turco. Vi consiglio tuttavia di stare principalmente all'esterno, dove si trovano due grandi piscine di acqua termale a 36°-38°.


E' una sensazione incredibile stare all'aperto, con una temperatura intorno agli zero gradi, immersi in queste piscine di acqua calda, dovete assolutamente provarla! Preparatevi però che uscendo dall'acqua si gela letteralmente. Tenete l'accappatoio vicino, correte dentro e ributtatevi nella prima vasca che trovate!


Dopo esserci bolliti per bene salutiamo le terme.
Nel parco municipale si trova anche una enorme pista di pattinaggio, forse la più grande mai vista! 


All'ingresso del parco si trova la piazza degli eroi, con alla sua sinistra il museo delle Belle Arti e alla sua destra la galleria d'arte moderna.


3° giorno:

Il terzo giorno splende il sole, ed è dedicato alla visita di Buda, sulla sponda opposta del Danubio, dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità.



Qui si trovano il Palazzo Reale...


...e la chiesa di Mattia.


Per visitare Buda raggiungiamo e attraversiamo il ponte delle Catene.

Arrivati dall'altra parte del ponte troverete davanti a voi la stazione di partenza della funicolare per raggiungere il palazzo reale sulla collina. Tuttavia vi sconsiglio di prenderla ma di salire a piedi in quanto per niente faticoso. Prendete la strada che sale verso sinistra rispetto alla funicolare e dopo pochi metri vedrete sulla destra una scala che entra nelle mura.


Già dopo pochi passi comincerete ad ammirare il bellissimo paesaggio che vi circonda,


e scorgerete in lontananza il palazzo del parlamento in tutta la sua maestosità ed eleganza.


Il percorso pedonale passa anche sopra la funicolare.


Ultimi scalini...


...e siamo arrivati al palazzo reale. Un tempo dimora dei re d'Ungheria oggi ospita la galleria nazionale ungherese.


Statua equestre si riflette di fronte al palazzo reale.


Alle spalle del palazzo i quartieri residenziali sono spalmati sulle colline di Buda.


Poco distante dal palazzo reale si trova la seconda grande chiesa di Budapest, la chiesa di Mattia, dal colore bianco candido a cui fa da contrasto un tetto colorato.


In questo caso l'ingresso è a pagamento (pochi euro) e merita assolutamente di essere visto.
Le fotografie non riescono a rendere al meglio i colori e le decorazioni presenti all'interno e che ricoprono ogni superficie.





Nella piazza che si estende a fianco e dietro la chiesa si trova il Bastione dei Pescatori.


Da qui si gode un'ottima vista sul palazzo del parlamento che si può apprezzare nella sua interezza.


Vi sono varie torri e camminando sul passaggio che le collega si può ammirare la chiesa di Mattia e la vista su Pest.



Gioco di riflessi del bastione dei Pescatori


Il bastione offre geometriche cornici al palazzo del parlamento

Dopo pranzo torniamo verso il palazzo reale percorrendo le caratteristiche stradine di Buda.


Arrivati al palazzo reale ci fermiamo ancora qualche momento ad ammirare la splendida vista su Pest.
Qui il ponte delle Catene con sullo sfondo la cupola di Santo Stefano.


Vista panoramica di Pest


Il Danubio con sullo sfondo l'Isola Margherita, una piccola isola che sorge in mezzo al fiume.


Sempre dalla terrazza antistante il palazzo reale si può vedere la statua della Libertà di Budapest, situata sulla cima del monte Gellért.


La mattina seguente è già ora di tornare a casa, felici ed arricchiti dopo aver visitato una città che non ci aspettavamo fosse così bella, che ci ha colpito per la sua eleganza e il suo fascino.
Consiglio davvero a chi non c'è ancora stato di mettere in programma una visita alla capitale ungherese, sono certo che saprà stupire anche voi!

Ecco un breve video che riassume la nostra vacanza a Budapest:


Il viaggio di ritorno, complice un cielo serenissimo, ci regala splendidi paesaggi come questa vista sul lago d'Iseo.


In questo post potete trovare alcuni suggerimenti su dove mangiare e cosa dovete assolutamente assaggiare a Budapest.

You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts

Follow us on Facebook

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.