Parigi, un weekend nella città dell'Amore!

by - 18:25

Con quale meta, se non Parigi, la città dell'Amore, potevo inaugurare la lunga serie di viaggi insieme alla mia insostituibile compagna?
Quello a Parigi è stato anche il primo viaggio accompagnato dalla mia Nikon Coolpix P500.

Periodo: inizio dicembre. Il clima è freddo ma l'atmosfera natalizia della capitale francese riscalda le giornate.

Viaggio: in treno. Ebbene si! Per chi non lo sapesse il treno ad alta velocità francese TGV collega direttamente Milano a Parigi. Un viaggio di circa 7 ore durante il quale potrete ammirare dal finestrino splendidi paesaggi, dalle imponenti Alpi alla verde campagna francese. A mio avviso è un'ottima alternativa, molto più rilassante e piacevole dell'aereo: non avete limiti al bagaglio, non dovete presentarvi ore prima in stazione e arrivate direttamente in centro città... meglio di così?
Sul sito della compagnia voyages-sncf si possono trovare ottime offerte!

Alloggio: non potevamo trovare di meglio. Un appartamento invidiabile affacciato direttamente sulla Tour Eiffel. Sul sito bed-and-breakfast-in-paris i residenti parigini mettono a disposizione le loro camere per accogliere i turisti in visita (se anche voi desiderate svegliarvi la mattina all'ombra della Tour Eiffel cercare l'appartamento di Florence). Un'ottima soluzione grazie alla quale potrete condividere impressioni sulla città e chiedere informazioni direttamente a chi Parigi la vive ogni giorno.

Ora basta parole, sappiamo tutti che niente è più potente di una fotografia per suscitare la voglia di preparare i bagagli e partire!

1° giorno:


La nostra camera da letto, intravedete qualcosa di famigliare fuori dalla finestra? Si, anche noi siamo rimasti a bocca aperta appena entrati!


L'imponenza della Tour Eiffel, da togliere il fiato!


Imperdibile la versione notturna della Tour Eiffel, un gioiello che domina Parigi. Dato che quest'anno si parla tanto di EXPO vi ricordo che il monumento diventato simbolo della Francia fu costruito proprio in occasione dell'Esposizione Universale del 1889. 


2° giorno
Panoramica del Museo del Louvre scattata dai Jardins des Tuileries.



La facciata della celebre Notre Dame de Paris, con un tocco natalizio! La cattedrale si trova sull'Île de la Cité, una piccola isola in mezzo della Senna. Nella piazza antistante Notre Dame è situato il chilometro zero, il centro di parigi, il punto da cui sono calcolate tutte le distanze dalla città.


Anche il retro della cattedrale ha il suo fascino e merita di essere visto. Dal Pont de l'Archevêché si gode di un'ottima visuale.



Il museo della Gare d'Orsay, realizzato all'interno di un'antica stazione parigina. Merita una visita anche solo per l'incredibile architettura, ma se ciò non bastasse al suo interno sono custodite le opere dei principali artisti impressionisti, Monet, Cézanne, Manet, Renoir e post-impressionisti, Gauguin e Van Gogh.
A Parigi, i cittadini dell'Unione Europea con meno di 25 anni entrano gratis in tutti i musei. Approfittatene finché siete in tempo!


3° giorno:
Oggi ci siamo svegliati con il sole e la vista dalla camera è ancora più bella!




Incamminandoci verso il museo del Louvre riattraversiamo i bellissimi Jardin des Tuileries che ci regalano una splendida vista sull'Arc de Triomphe du Carrousel.


La famosa piramide di vetro del Louvre, sotto la quale si trova l'ingresso al museo. Non fatevi intimorire dall'immancabile coda presente all'esterno della piramide; scendendo nella stazione della metropolitana vi ritroverete sotto di essa evitando lunghi tempi d'attesa.


La collezione di opere presenti all'interno del museo del Louvre è infinita. Programmate bene la visita prima di entrarci selezionando cosa vi interessa maggiormente o rischiate di perdervi.
Qui un dettaglio della mia opera preferita: la statua del Canova "Amore e Psiche".


Dalle gallerie del museo si gode anche di una splendida vista sull'esterno.


Sempre dall'interno del museo del Louvre, aguzzando un pò la vista, si può scorgere l'Arc de Triomphe e sullo sfondo i grattacieli del moderno quartiere della Défense.


La Tour Eiffel, un saldo punto di riferimento in ogni angolo della città.


Arte moderna e religiosa si fondono in questa splendida piazza antistante il Centre Pompidou (Museo di arte contemporanea). La Fontaine Stravinsky fronteggia la gotica chiesa di Saint Merri.


Nell'immensa Place de la Concorde guardate a destra rispetto agli Champs-Élysées; vedrete in fondo alla via la chiesa in stile neo-classico della Madeleine, assolutamente da visitare!


Programmate nel vostro itinerario una serata nel quartiere settentrionale di Montmartre, dominato dalla splendida basilica del Sacré-Coeur. E' un quartiere molto vivace, ricco di artisti di strada e tipici ristorantini adatti ad una cena romantica.


Dal sagrato della Basilica del Sacro-Cuore si godono splendidi tramonti sulla città. Se siete affaticati una comoda teleferica vi porterà direttamente in cima alla collina evitandovi la scalinata, ma ricordate che il moto fa sempre bene!


4° giorno

L'ultimo giorno, decidiamo di ammirare e salutare dall'alto della Tour Eiffel (309 metri) la città che per qualche giorno ci ha fatto sognare.




Voi siete mai stati nella città dell'amore oppure sognate da sempre di andarci ma non avete ancora avuto occasione? Nel primo caso raccontatemi la vostra esperienza, altrimenti potete chiedermi consigli su come organizzare al meglio il vostro viaggio nella capitale francese.

You May Also Like

1 commenti