USA road trip - Grand Canyon, Santa Monica & San Diego

19:09:00

Buongiorno viaggiatori! Eccoci arrivati all'ultima parte del nostro road trip alla scoperta del west USA. C'eravamo lasciati a Williams (vedi post), paese che sorge sulla Historic Route 66, scelto come punto d'appoggio per la visita al Grand Canyon National Park, tra le mete più attese del viaggio. La scelta si è rivelata perfetta in quanto il paese è molto caratteristico e in posizione ottimale per raggiungere il South Rim del Grand Canyon.
Abbiamo soggiornato al Super 8 Williams Motel, consigliatissimo per rapporto qualità prezzo.

1 ottobre - 9° giorno

Come accennato noi abbiamo visitato il South Rim del Grand Canyon, ma chi ha visitato il North Rim dice che è altrettanto spettacolare e forse meno turistico. L'ingresso del parco (30$ a macchina) dista circa un'ora da Williams ed è immerso in una foresta, a differenza di quanto ci si può immaginare. Dopo aver lasciato la macchina al Visitor Center, gli alberi cominceranno a diradarsi e dopo aver percorso pochi metri vi troverete al Mother Point davanti a questo spettacolo:



E' una vista che né le fotografie né le parole riescono a descrivere.
Probabilmente, come noi, rimarrete qualche minuto in silenzio a contemplare la meraviglia che la natura è riuscita a creare.


Un sentiero asfaltato, il Rim Trail, si snoda lungo lo strapiombo collegando diversi punti panoramici, mentre lo sguardo si perde all'infinito. 


Vi consiglio di percorrerne un tratto fino ad arrivare al Yavapai Geological Museum & Bookstore, dove troverete interessanti informazioni sul Grand Canyon e la sua storia.
Il parco è enorme e per permettere di visitare diverse zone senza dover riprendere la macchina, sono a disposizione degli shuttle gratuiti che potrete utilizzare per spostarvi.
Vi consiglio quindi di recarvi al Grand Canyon Village per raggiungere il Bright Angel Lodge, ottimo luogo per fermarsi per il pranzo.
Da qui parte uno dei più famosi e spettacolari sentieri del mondo, il Bright Angel Trail



Camminando non è raro avvistare bellissimi animali che abitano il parco.
Qui si vede un bighorn, chiamato così per via delle grandi corna.


Il Bright Angel Trail arriva fino al fiume Colorado ma per raggiungerlo occorre fermarsi una notte a dormire in tenda in quanto è impossibile, nonché vietato, fare andata e ritorno in giornata.
Per questo dopo un'oretta facciamo dietrofront.


 Un luogo che vi consiglio assolutamente di raggiungere è il Desert View Point. Dista circa mezz'ora di macchina dal Grand Canyon Village e già la strada per raggiungerlo vale la pena di essere percorsa in quanto costeggia il South Rim verso est.
Una volta arrivati vedrete una antica torre di avvistamento al cui interno si trova un piccolo museo e gift shop. 


Da qui si gode, secondo me, la vista più spettacolare sul Grand Canyon e sulla sua vastità. Si riesce anche a scorgere il Colorado scorrere circa 1.000 metri più in basso.



E' uno spettacolo che lascia letteralmente senza parole e per qualche minuto restiamo a contemplare in silenzio questo panorama.



Facendo ritorno al Grand Canyon Village ci imbattiamo in uno splendido cervo che cammina tranquillo nella foresta, non distante dal resto del branco.


Si sta avvicinando l'ora del tramonto, sicuramente il momento in cui il Grand Canyon, con i suoi colori, da il meglio di sé.



Aspettiamo che il sole scenda alle nostre spalle...


... e ci godiamo per gli ultimi istanti questo panorama unico al mondo.


I colori del tramonto trasformano il Canyon regalandoci ancora grandi emozioni.


Sotto delle meravigliose nuvole rosa è ormai giunta l'ora di fare ritorno a Williams, consci di aver appena trascorso una giornata indimenticabile.


La sera abbiamo cenato al Pine Country, un tipico locale americano che sorge proprio sulla Route 66, nel centro di Williams.


2 ottobre - 10° giorno

Ci alziamo di buon mattino per rimetterci alla guida e giusto in tempo per salutare due attempati centauri che stavano facendo il coast-to-coast a bordo della loro "piccola motocicletta".


Oggi ci aspetta la tappa più lunga, 720km fino a Los Angeles.
Dopo ore di viaggio in mezzo al deserto passare alle 8 corsie delle highway di LA fa un certo effetto. Un consiglio per evitare il traffico è quello di usare la corsia riservata al car sharing (la più a sinistra). E' sufficiente essere in due in auto per poterla usare ed è molto più scorrevole rispetto alle altre corsie.
La città è immensa, per visitarla e scoprirla tutta non basterebbe una settimana. Per questo motivo abbiamo optato per raggiungere le celebri spiagge di Santa Monica e Venice Beach.


Per arrivarci attraversiamo il famoso quartiere di Beverly Hills e girovaghiamo per le sue strade ammirando splendide ville.


Siamo ufficialmente arrivati alla fine della Route 66, sul Santa Monica Pier.


Finalmente ci godiamo la vista sull'oceano Pacifico, con i suoi colori, odori e rumori.
A inizio Ottobre qui sembra ancora estate, con la spiaggia piena di gente che pratica sport di ogni tipo.



Sul molo si trova il celebre lunapark con la famosa ruota panoramica e il roller coaster.



Santa Monica e l'adiacente Venice Beach non sono le spiagge che siamo abituati a vedere in Italia. Decine e decine di metri di sabbia separano l'oceano dal passaggio pedonale. Qui si trovano numerose ville, negozi e artisti di strada che tengono sempre viva l'atmosfera.


Attendiamo il tramonto, che come sempre qui colora il cielo con incredibili sfumature.


La giornata però non è ancora finita, la nostra meta finale è San Diego, distante circa 2 ore di macchina da LA e che raggiungiamo in tarda serata.
Qui, come a San Francisco, abbiamo prenotato un alloggio con Airbnb e ci siamo trovati benissimo nella bella casa di Michael.
Per avere uno sconto di 18,00 € cliccate ---> questo link 

3 ottobre - 11° giorno

Gli ultimi 3 giorni li trascorriamo a San Diego, dopo aver percorso tanti km (3.112 km per l'esattezza) preferiamo riposarci restando un po' nella stessa città.
Per prima cosa riconsegnamo la macchina, in quanto l'efficienza dei mezzi rende inutile prolungare il noleggio.
La prima attrazione che visitiamo è il San Diego Zoo, all'interno del Balboa Park, tra gli zoo più grandi e famosi del mondo. Dopo aver visto tanti bellissimi animali in libertà durante il nostro viaggio lo zoo ci lascia un po' l'amaro in bocca. Tuttavia il vero motivo per cui l'abbiamo visitato è l'amore spassionato della mia fidanzata per i koala, e qui c'è la più grande comunità di koala al di fuori dell'Australia. Potevamo perderla? Ovviamente no, e non siamo rimasti delusi! Purtroppo non c'è modo di abbracciarli, ma già vederli a pochi metri di distanza è emozionante.


Se viaggiate con bambini comunque non potete non andarci, ci sono circa 800 specie diverse di animali tra cui il panda!



Il pomeriggio visitiamo il centrale Gaslamp Quarter, uno dei punti nevralgici della Downtown di San Diego, caratterizzato da un elevato numero di negozi, locali e ristoranti.



Sunny San Diego non si è rivelata tale durante la nostra permanenza. Il cielo è stato perlopiù nuvoloso la maggior parte del tempo. Le temperature erano comunque gradevoli nonostante fosse iniziato ottobre.


4 ottobre - 12° giorno

Trascorriamo la mattinata al Sea Port Village, un luogo ricco di ristoranti e piccoli negozi caratteristici affacciato sulla baia di San Diego.
La piazzetta centrale offre diverse alternative per un buon pranzo, per gli amanti degli hamburger consiglio il San Diego Burger Company.



Scopriamo per caso che nel parco adiacente si sta svolgendo una esibizione di auto sportive e d'epoca, automobili che non capita di vedere tutti i giorni!



Il pomeriggio raggiungiamo, con l'autobus, Coronado, una penisola situata nella baia di San Diego.
L'ideale è girarlo in bicicletta ma a causa del tempo incerto abbiamo preferito evitare. Anche a piedi si può fare una bella passeggiata nel centro, lungo Orange Avenue, che vi condurrà al famoso Hotel de Coronado, affacciato direttamente sulla spiaggia.


La passeggiata prosegue lungo la spiaggia su cui si affacciano splendide ville vittoriane.



5 ottobre - 13° giorno

Per l'ultima colazione in terra californiana ci rechiamo al Hash House a Go Go, un appuntamento imperdibile se volete una colazione in vero stile americano extra-large. Le porzioni sono tanto enormi quanto buone! Dovete assolutamente assaggiare i pancakes! E' considerato tra i Best Restaurants in San Diego.


Ci rechiamo poi, sempre spostandoci con gli autobus, a Old Town San Diego, il primo insediamento spagnolo in città e più in generale in California.


Qui si trovano vari edifici dell'epoca, un piccolo museo e caratteristici negozi.


San Diego è famosa soprattutto per le sue spiagge, tra le più belle della California. Purtroppo il tempo sempre incerto non ci ha permesso di goderne appieno ma non ci ha comunque impedito di raggiungere Mission Beach, la più famosa tra le spiagge della città. 


Fortunatamente è uscito il sole e ci siamo goduti un ultimo pic-nic sulla spiaggia.



Il fragore delle onde del Pacifico ci tiene compagnia.


Ci bagnamo per un'ultima volta i piedi nelle fredde acque dell'oceano Pacifico.


Finalmente con il sole a farci compagnia ci godiamo una bella camminata, sbirciando le splendide ville che si affacciano direttamente sull'oceano.


Non potevamo andarcene senza bere un Margarita sulla spiaggia!


Nel tardo pomeriggio ritorniamo verso downtown, e ci godiamo l'ultimo incredibile tramonto californiano sulla baia di San Diego.





Con questo bacio sigilliamo per sempre nella nostra mente un viaggio epico, dove incredibili paesaggi naturali, inimmaginabili finché non li vedi coi tuoi occhi, si sono alternati a città cosmopolite e all'avanguardia e a piccoli autentici paesini del west americano.

La mattina seguente è ora di fare i bagagli e tornare a casa.
L'aeroporto di San Diego sorge vicinissimo al centro e raggiungerlo è molto facile, con l'autobus, un taxi o con Uber, applicazione diffusissima in america.
Il volo di ritorno ci regala un ultimo sguardo sul fiume Colorado.


Chi ha avuto la fortuna di fare questo viaggio on-the-road? Ha scaturito anche a voi le stesse emozioni?
Se vi è venuta voglia di partire non pensateci due volte e cominciate ad organizzarvi.
Per qualsiasi informazione sono qui :-)

Vi lascio con un video che riassume il nostro viaggio, enjoy it!


You Might Also Like

0 commenti

Popular Posts

Follow us on Facebook

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.